L’accesso ai Documenti Amministrativi è regolamentato per legge, nello specifico si fa riferimento alla Legge N. 241/1990 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 18.08.1990, il termine, successivamente fissato per una risposta  alla richiesta di accesso è di 30 giorni (FOIA). La Pubblica Amministrazione è dovuta per legge ad una risposta entro il mese salvo in caso di: sicurezza nazionale, informazioni militari e segreti commerciali, ma comunque deve rispondere entro i termini , motivando il diniego a fornire informazioni.

L’Associazione Taccona ha inviato per Posta Elettronica Certificata  in data 13.09.2017, formale richiesta di chiarimenti in merito alla Manifestazione di Solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma dello scorso 24 agosto 2016, denominata “UNA MATRICIANA LUNGA UN GIORNO” .

La solidarietà dei cittadini di Muggiò ha consentito che nella giornata del  11.09.2016, siamo stati raccolti seimilaseicento euro al netto delle spese.

Come già ampiamente descritto nel precedente articolo, in cui si è resa pubblica la lettera inviata alla nostra PRIMA CITTADINA e al RESPONSABILE dell’ufficio preposto, con la quale ponevamo precise domande e richieste; ad oggi 14 ottobre 2017, a quelle “precise domande e richieste” non è stata data risposta ufficiale, non sono stati pubblicati i resoconti e i giustificativi, non è stato comunicato chi è il custode di tale importo. 

Considerato che tale richiesta non influisce sulla sicurezza nazionale, non è una informazione militare, non ci sembra nemmeno un segreto commerciale e per ultimo non ci è stata data la minima risposta, il Direttivo dell’Associazione ha deciso di esporre tale inadempienza agli organi competenti. 

Non potendo, per deficienza di informazioni  valutare alcunché, ci limiteremo a esporre la mancanza di una risposta ufficiale entro i termini di legge ad una richiesta formale e questo già di suo la dice molto lunga.

Ci permettiamo di esprimere il nostro modestissimo parere da “incompetenti “ in materia: 

-      Premesso che alla suddetta giornata hanno partecipato numerose associazioni del territorio, alcune impegnate in prima fila nel sociale, oltre a chi dovrebbe rappresentare la città.

-      Tutte le suddette indistintamente, hanno contribuito sia a livello associativo autotassandosi per l’acquisto del vettovagliamento e sia personale in quanto gli associati con rispettive famiglie hanno partecipato contribuendo al successo.

-      Crediamo sia doveroso che il cittadino venga a conoscenza  dove è stato destinato il suo sforzo, fosse anche un semplice euro donato per una nobile causa, ancora a noi sconosciuta. 

Come Associazione Taccona, ci preme conoscere la destinazione di quanto ricavato e non è nostra intenzione demordere. 

Ci piacerebbe anche sapere le altre Associazioni che hanno contribuito cosa pensano?

Forse sono a conoscenza di cose che noi non sappiamo o le abbiamo perse strada facendo?

Di seguito quanto fatto pervenire all'amministrazione comunale per informazioni relative all'evento in oggetto.

 

FATTI E MISFATTI DI UN EVENTO INDEBITAMENTE COPIATO

In questi giorni si sta pubblicizzando un evento che si terrà sabato 20 e domenica 21 presso la corte di villa Casati denominata “Week-end DiVino” una manifestazione vitivinicola organizzata dall’ Amministrazione Comunale e dalla ProLoco di Muggiò.

Abbiamo deciso di salutare questo evento portando a conoscenza di tutta la Cittadinanza le origini di tale manifestazione.

Di seguito il testo integrale che abbiamo fatto pervenire alla ProLoco e al Sindaco il 10 novembre 2016 per posta certificata che narra tutta la vicenda.

Non aggiungiamo volutamente nessuna considerazione, giudizio, commento, riflessione a quanto già scritto ai diretti interessati.

Vogliamo che siate voi cari concittadini a valutare la vicenda, vicenda che sicuramente vi tornerà in mente ogni volta che sentirete parlare di “coinvolgimento” “collaborazione” tra associazioni o tra amministrazione e associazioni.

Buona lettura.

 

Più di due anni fa, in un incontro del direttivo dell'Associazione Taccona dopo lunga discussione venne deciso di ideare, progettare, realizzare una manifestazione di rilievo e interesse non solo comunale ma sovraccomunale tale da essere motivo di forte attrattività per la nostra Cittadina(manifestazione da ripetere con cadenza annuale).

Tra le varie idee e ipotesi si decise per un evento di degustazione vini.

Immediatamente si sviluppo il progetto completo, struttura, modalità, programma, il tutto esplicitato tramite un sito realizzato ad ok per l'evento.

 

Dopo l’incontro del 5 maggio 2017 con la nostra Prima Cittadina all’ordine del giorno l’illuminazione del Parco, dormiamo sonni tranquilli.

Non è vero, ma lo scriviamo per non fare i soliti disfattisti, sobillatori e pessimisti. 

In quella sera di metà primavera, ci veniva garantito, assicurato “giurin-giuretta” che entro la fine di maggio tempo permettendo e in mancanza di catastrofi, inondazioni, uragani; si sarebbero viste le prime lampadine accese al Parco del Grugnotorto, per l’esattezza i primi sette lampioni si sarebbero dovuti accendere. Successivamente entro la fine di giugno altri cinque lampioni avrebbero dovuto illuminare come d’incanto il secondo lotto del parco. Quindi in totale dicasi ben dodici lampioni , avrebbero dovuto illuminare l’arrivo dell’estate tacconese. Dodici, non chiacchiere!

Memori delle tante promesse degli ultimi anni, dobbiamo confessare che non eravamo convinti, ma di fronte al “giurin-giuretta” non potevamo esimerci dal ringraziare per la dozzina di lampioni che da li a breve sarebbero resuscitati. .

Cominciò così la sessanta giorni di passione in attesa del 30.06; fatidico numero che avrebbe permesso agli amanti delle passeggiate notturne di provare l’ebbrezza di addentrarsi nella selva oscura.

 

Continua......   clicca sul nome dell'articolo e leggi tutto. 

 

 

Abbiamo appena concluso in bicicletta un giro di ricognizione delle strade della nostra città per verificarne lo stato di salute. Che disastro! Strade dissestate, centinaia di buche di tutte le dimensioni, tombini sgangherati, decine di dossi parzialmente divelti, segnaletica irriconoscibile, tratti di piste ciclabili sgretolate e ovunque sporcizia continuamente segnalata da cittadini delusi e preoccupati dalla crisi...

 

Ecco quello che avete appena letto è la cruda realtà, è quello che ogni cittadino può vedere transitando tra le strade e i marciapiedi di Muggiò, peccato che non è farina del nostro sacco, o meglio è stato preso in prestito all’Associazione, dal PD di Muggiò nel lontano 19 marzo 2014 che noi riportiamo fedelmente senza modificare di una virgola quanto scritto e precisiamo che si tratta di un articolo riferito alla rotonda di viale Repubblica.

 

Quello che interessa a noi è come inizia l’articolo e fare un resoconto di cosa è cambiato in tre anni.

Praticamente ben poco.

Tre anni più vecchi e poche varianti su Taccona.

Andiamo per ordine:

COSA E’ STATO FATTO?